Amazzonia: persi 745 milioni alberi. Ong, ‘dati omessi a Cop26’

Gli incendi e i disboscamenti nell’Amazzonia brasiliana hanno causato la perdita di 745 milioni di alberi nell’ultimo anno, secondo un calcolo degli specialisti, i quali hanno affermato che questi dati non sono stati presentati dal governo alla Cop26 di Glasgow.

Tra agosto 2020 e luglio 2021, sono stati distrutti 13.235 km2 di foresta, afferma l’Istituto nazionale per la ricerca spaziale (Inpe). Il ricercatore Tasso Azevedo, della ong MapBiomas, ha calcolato che l’area distrutta equivale a 745 milioni di alberi in meno, riporta il quotidiano O Globo.

Il rapporto di Inpe è stato diffuso venerdì scorso, ma le informazioni erano in possesso del governo dalla fine di ottobre, secondo i funzionari dell’Istituto.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.