Sempre più aziende concedono ai dipendenti l’utilizzo dei Social

Secondo uno studio di Easynet Global Services e Ipanema Technologies, sono sempre più le aziende che concedono ai propri dipendenti l’uso dei Social Network durante l’orario di lavoro.

L’indagine rivela, infatti, che rispetto allo scorso anno, il numero aziende che vietano l’utilizzo di Facebook  sia diminuito del 26% in Italia , mentre il blocco di YouTube sia diminuito 11%.

Sembra dunque sfatato il mito che i dipendenti siano più produttivi nel momento in cui si blocca loro l’accesso a canali Social.

Come ha dichiarato Thierry Grenot vicepresidente di Ipanema Technologies “I social media offrono grandi vantaggi per le imprese, per questo i responsabili IT stanno alleggerendo i controlli. La sfida per i dipartimenti IT ora, però, è quella di garantire che il traffico dei social media sia gestito in modo efficace e senza impattare sulle prestazioni delle applicazioni business-critical“: l’importante quindi è che il traffico su questi canali non rallentino le reti aziendali.

E’ comunque evidente che, nell’era degli smatphone, l’utilizzo dei canali Social durante l’orario di lavoro non sia più un problema, anche con gli accessi bloccati.

E voi cosa ne pensate? Crediate  sia giusto rendere accessibile l’utilizzo dei Social Network nei posti di lavoro?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.