l'arcivescovo al call center teleperformance

Il personale del Call Center Teleperformance incontra l’arcivescovo

Monsignor Santoro, arcivescovo di Taranto, ha incontrato il personale e il management di Teleperformance nella sede pugliese del Call Center.

L’arcivescovo ha espresso la sua gioia per l’accordo raggiunto augurandosi che il buon esito della vertenza sia un passo avanti per la crescita dell’azienda e per la stabilità dell’occupazione a Taranto.

L’accordo firmato ha garantito infatti ai dipendenti Teleperformance di mantenere le condizioni contrattuali per i dipendenti fino al 2015 e contestualmente all’azienda di recuperare competitività sul mercato. Un esempio da seguire, come ha affermato monsignor Santoro: <E’ questo un esempio positivo di come si possono risolvere i conflitti nel migliore dei modi quando si persegue la strada del dialogo costruttivo e quindi prevalgono gli interessi e il bene comune>.

L’accordo è ancora più importante, dichiara l’arcivescovo, perché garantisce lavoro a fasce della popolazione che hanno particolarmente difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro: < in questa azienda operano moltissimi giovani e la presenza femminile è particolarmente significativa. Per queste persone si apre ora una fase di speranza>.

Una vittoria dunque, che ha risvolti positivi in molti ambiti: <E’ un modello da imitare per affrontare il conflitto, gestirlo ed aprire la strada a nuove interessanti prospettive. Ma è anche un accordo significativo perché la permanenza di Teleperformance sul territorio diventa fondamentale anche per il ritorno sociale che un’impresa come questa può avere, e per le iniziative che si possono mettere in campo a livello locale sia in ambito sociale che educativo e formativo>

Anche l’amministratore delegato di Teleperformance ha voluto commentare l’accordo recentemente siglato sottolineando anche la volontà dell’azienda a non voler lasciare il territorio tarantino: <Non è mai stata messa in dubbio la volontà di restare sul territorio. E’ questo che ci ha portato a sottoscrivere un buon accordo, fortemente cercato e voluto. Un risultato importante per tutti>.

Dopo l’incontro con i vertici dell’azienda il vescovo ha visitato il Call Center e salutato i dipendenti a cui ha rivolto un augurio e una benedizione prima di andare via: <Ho voluto incontrarvi per manifestarvi concretamente la mia vicinanza, ma soprattutto per portare la mia benedizione a voi e alle vostre famiglie>.

2 commenti su “Il personale del Call Center Teleperformance incontra l’arcivescovo”

  1. Ma il call center di via di priscilla è chiuso o è ancora attivo considerato che gli operatori sono stati licenziati al 31.12. 2012 ?
    Il motivio del licenziamento è stato “”chiusura della struttura operativa”” Se la struttura non è chiusa…….

    1. Buongiorno Angelo,

      la sede di via di Priscilla rimane, almeno pro tempore, come sede direzionale.
      Per cui, pur non essendoci più attività operative, la sede è tuttora occupata dal management di TP a da parte dello staff.
      Buona navigazione
      La redazione web

Rispondi a angelo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.