Spam, 40 anni di ‘posta indesiderata’. Ecco come si sono evoluti i messaggi spazzatura

Ne siamo sommersi ogni giorno. L’ultima offerta della nostra compagnia telefonica, notizie strampalate o un tentativo di truffa. Tutto contribuisce ad arricchire la cartella Spam della nostra casella di posta. Ma non solo. Anche il nostro Messenger, i nostri canali social e addirittura, il nostro WhatsApp. Quei messaggi indesiderati esistono da ben quarant’anni. All’origine un’email, la prima considerata ‘spazzatura’, inviata a un migliaio di persone sulla costa ovest degli Stati Uniti. Da allora il finimondo.

QUANDO TUTTO EBBE INIZIO

Era il primo maggio 1978 quando la Dec, Digital equipement corporation, una delle principali aziende informatiche dell’epoca, annuncia la presentazione di una nuova famiglia di computer, i DecSystem-20. Le prime macchine a fornire pieno supporto alla rete Arpanet, il network militare statunitense divenuto poi embrione del moderno internet.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.