Cybersecurity, l’allarme di Kaspersky: “Spam e phishing diventano smart”

Se lo spam e il phishing sono tecniche ormai abbastanza “datate” con cui i criminali informatici provano a prendere in trappola le loro vittime, il sistema si sta progressivamente evolvendo per diventare più “credibile” agli occhi degli utenti: così gli hacker hanno escogitato metodi “smart” per carpire la fiducia delle persone, utilizzando anche le e-mail di conferma per le registrazioni a siti o servizi online per di aziende riconosciute e generalmente affidabili, riuscendo così ad aggirare i filtri di controllo. A evidenziare questo fenomeno è Kaspersky, azienda specializzata nella sicurezza informatica, secondo cui “L’intenzione dei malintenzionati è quella di far arrivare queste email da fonti considerate legittime e che godono di ottima reputazione, in modo che gli utenti non possano ignorarle o considerarle semplicemente come posta indesiderata. Questa tendenza rappresenta una sfida anche per le aziende – si legge in una nota dell’azienda, perché questo tipo di spam non voluto o possibili contenuti malevoli, apparentemente inviati a loro nome, potrebbero arrivare a mettere in discussione la fiducia dei loro stessi utenti o portare addirittura alla violazione di dati personali”.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.