Arriva il social Wydr, come Tinder ma per l’arte

IL DITO SCORRE verso destra e garantisce un like, al contrario, se la mano slitta sullo schermo verso sinistra la scelta è negativa: questo il meccanismo alla base dell’ormai famosa piattaforma per incontri Tinder, ma che ora grazie grazie all’app Wydr, pensata e prodotta dai due sviluppatori e creativi svizzeri Matthias Dörner e Timo Hahn, verrà applicato anche al mondo dell’arte. Il meccanismo è semplice: sul portale gli artisti (l’app è pensata principalmente per quegli emergenti) potranno postare le loro opere (con un prezzo che non varierà successivamente in base alla popolarità), e in maniera del tutto personale, lontano da qualunque giudizio a priori di critica o possibilità economica, saranno gli utenti, basandosi esclusivamente sui propri gusti, a premiare o meno le opere preferite con un semplice colpo di mano.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.