Contrastare il bullismo con un videogame è possibile: gli studenti si mettono alla prova

E’ possibile sconfiggere il bullismo con un videogioco? È verosimile contrastare «un fenomeno complesso e multidimensionale», come si definisce la violenza on e offline nel recente “Il ritiro sociale negli adolescenti” (Raffaello Cortina Editore), attraverso un’arena digitale, il videogame, che spesso ne è il tramite?

È questo lìinterrogativo di fondo della terza edizione di Game@School, le Olimpiadi nazionali del videogioco a scopo didattico, che dal 2017 mettono alla prova gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado dando un tema da sviluppare in un0’esperienza interattiva.

Organizzato dall’associazione ImparaDigitale, in collaborazione con il comune di Bergamo e la consulenza della Digital Bros Game Academy, l’evento ha coinvolto più di 800 aspiranti game designer in erba, divisi in 207 squadre da due a quattro elementi ciascuna, in Basilicata, Calabria, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana e Trentino Alto Adige.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.