GOOGLE MAPS: suggerimenti per i parcheggi

Secondo vari studi di settore circa il 30% della congestione stradale dipende dalle persone in cerca di parcheggio.
Problema molto sentito perché all’inquinamento si associa il concetto di “tempo sprecato”.
In particolare, guardando ai dati relativi ai tempi medi per la ricerca di un parcheggio, i residenti delle grandi città sono quelli che impiegano più tempo per trovare un posto auto, con una media di circa 6-7 minuti. Nelle città medie il dato si riduce a 4-5 minuti, mentre scende addirittura a 3-4 minuti nelle città di piccole dimensioni.Per questo motivo riteniamo sarà accolta con grande soddisfazione la nuova funzione che comparirà ben presto su Google Maps (la 9.44 all’inizio solo per Android ) che userà descrizioni come “easy”, “medium” e “limitated” per permettere agli utenti di conoscere quale sia la situazione dei parcheggi nel loro luogo di destinazione. Durante la navigazione, poi, gli utenti possono espandere le loro richieste per ottenere spiegazioni più dettagliate. Si tratta di una funzione utile: se stiamo andando in un certo posto, è inutile dirigerci verso quel parcheggio quando Google Maps ci informa che posto per parcheggiare lì non ce n’è, meglio dirigersi subito verso un altro che viene segnalato come più facile e accessibile. In questo modo risparmieremo tempo.
Gli utenti vedranno comparire un nuovo simbolo tra le informazioni delle destinazioni: una P che sarà di colore BLU per le opzioni Easy e Medium (disponibilità parcheggio) e Rossa in caso di difficoltà per reperirne uno libero (opzione Limited).

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.