Il monito di Mattarella: “Il digitale va vissuto come opportunità”

In Italia c’è “il rischio di una emarginazione digitale”, che potrebbe sfociare in una “questione sociale che richiama quella degli illetterati del nostro Paese di inizio 900”. Con la conseguenza di una “difficoltà di partecipazione non solo alla vita della propria comunità ma alla stessa vita democratica”. E’ l’allarme lanciato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento durante il Codec Europa in corso a Napoli, evento dedicato all’innovazione digitale in rapporto con la Pubblica Amministrazione. Durante il discorso il Capo dello Stato ha toccato alcuni dei principali temi legati alla trasformazione digitale, dall’utilizzo dei big data al rapporto dei cittadini con le nuove tecnologie, fino alla crescente importanza che gli smartphone hanno assunto nella vita quotidiana delle persone.

“La mancanza di alfabetizzazione digitale – sottolinea il Presidente della Repubblica – porta a diffidenza o a resistenza verso le novità tecnologiche e a volte ritarda la possibilità di migliorare la qualità della vita mediante l’uso dei servizi digitali già disponibili, evitando o eliminando tempi di accesso e di attesa agli sportelli”.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.