Safer Internet Day

Il Safer Internet Day (“Giornata per internet più sicuro”) è una giornata dedicata alla sensibilizzazione dei rischi connessi alla navigazione in internet promossa dall’Unione Europea e che ha avuto origine nel 2004.

Si tratta di una manifestazione annuale internazionale molto rilevante per gli operatori del settore informatico e della sicurezza, che si tiene in tutto il mondo in collaborazione con l’Unione Europea. In Italia si svolgono centinaia di eventi in tutta italia, comprese Roma e Milano.

Il Safer Internet Day ha lo scopo di incentivare i giovani a un uso consapevole di internet, di promuovere una maggiore conoscenza delle tecnologie online, di formare le nuove generazioni sui pericoli dei contenuti illegali e in generale non desiderati ai quali stare attenti in rete.

In Italia, la sua organizzazione coinvolge il progetto Generazioni Connesse che coinvolge un gran numero di organismi tra i quali Save the children Italia, la Polizia Postale, Telefono Azzurro, l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Firenze e il Movimento Difesa del Cittadino. Con l’abbassarsi dell’età con cui i giovani iniziano a maneggiare smartphone e dispositivi simili, la necessità di formare sui rischi del web è diventata ancora più impellente.

Il tema del 2019 è: “Insieme per un Internet migliore”.

Safer Internet Day si pone l’obiettivo di fornire consigli e informazioni ai giovani sui pericoli della rete e su come proteggersi dalle insidie digitali: dal cyberbullismo alla pedopornografia, dal sexting alla pedofilia online. I pericoli veicolati attraverso internet si sono moltiplicati negli ultimi anni, e spesso nemmeno i genitori o gli adulti che si occupano della formazione dei più piccoli sono abbastanza aggiornati da adempiere nel migliore dei modi ai propri compiti.

Pensiamo per un attimo a tutti i fenomeni che hanno messo in pericolo la sicurezza dei nostri dati soltanto nell’ultimo anno e avremo una vaga idea della portata dei pericoli ai quali le falle nella sicurezza ci espongono: spam, phishing, truffe online, fake news, i modi messi in piedi dai malviventi per mettere a repentaglio i nostri dati si fanno ogni giorno più audaci e innovativi.

Per questo, dal 2004 l’Unione Europea promuove questa manifestazione formativa rivolta a fornire le competenze e gli strumenti necessari per tutelarsi dai pericoli del web, che vede la collaborazione di numerose organizzazioni nazionali, internazionali, governative e non.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.