Storie da raccontare: …Alessandro Del Duca

Se dovessimo dare il titolo ad  film o libro potremmo scrivere “Il mondo del lavoro, questo sconosciuto”. Troppo spesso quel che manca in Italia è il contatto tra scuola e lavoro. O meglio, la percezione di questo da parte di chi studia.

Il lavoro viene visto sempre più come una “Mission Impossible” e questo finisce per scoraggiare, demotivare chi invece rappresenta la linfa vitale per la Crescita del nostro paese.

Teleperformance Italia da anni cerca attraverso stage interni e collaborazioni con il mondo universitario di sostenere e supportare chi prepara la sua tesi di laurea all’interno delle nostre sedi.

Lo facciamo perché consapevoli che solo attraverso gli incontri con manager e referenti varie unità produttive, solo attraverso una totale immersione nella  quotidianità aziendale fatta di suoni, volti, problemi e soluzioni, i giovani possono sviluppare una panoramica più vasta del mercato del lavoro e delle aziende, possono ricavare maggiori strumenti per decodificare la realtà, possono scoprire prima le proprie ambizioni.

Tutto questo servirà, auspichiamo, una volta terminato il percorso universitario per avere idee più chiare e fare scelte più oculate.

Competenza, impegno, passione per il proprio lavoro sono il DNA dei Teleperformers, quel DNA che cerchiamo di trasmettere a chi ogni volta entra nelle nostre sedi …anche se solo per studiare.

portraitA conferma di quanto detto ci piace raccontare la tesi di Alessandro del Duca neolaureando in Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica.

Titolo della tesi “Progettazione di un servizio per l’estrazione automatica di informazioni da registrazioni vocali“ relatore il professor Paolo Merialdo correlatore Nicola Arcieri

In realtà lo studio svolto ha come obiettivo lo sviluppo di nuove metodologie per l’estrazione di dati da materiale auditivo al fine di poterne ricavare informazioni utili. Nello specifico, si vogliono estrarre informazioni di interesse per l’azienda da conversazioni telefoniche registrate presso un centro contatti, con lo scopo di fornire una panoramica sulla qualità del sevizio offerto e sul livello di soddisfazione dei propri clienti.

Per poter estrarre le informazioni necessarie da un dialogo parlato, si è dovuto procedere alla sua trasformazione in testo scritto. Per questa fase è stato scelto il servizio di trascrizione in cloud offerto dalla piattaforma Google Cloud Services, il quale consente un buon livello di riconoscimento anche per la lingua italiana. Una volta ottenuto il testo, questo è stato elaborato, grazie all’utilizzo di algoritmi di apprendimento automatico appositamente progettati, per consentirne la classificazione in base al contenuto. Parole chiave ed etichette sono poi salvate in una base di dati esplorabile attraverso una pagina web che ne permette la visualizzazione sotto forma di grafici intuitivi ed immediati.

La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.