Da Teleperformance pc per la Basilica di San Cataldo

Teleperfomance, leader mondiale della customer experience omnichannel in outsourcing, ha donato dei pc alla Comunità parrocchiale della Basilica San Cataldo di Taranto.

Teleperformance per il socialeL’11 Agosto 2016 TP ha ufficializzato la donazione di 38 personal computer, tra quelli in dismissione, per la Cattedrale cittadina.

Le macchine, opportunamente rigenerate dal personale IT della sede tarantina, serviranno alla Comunità parrocchiale per avviare progetti di solidarietà e corsi di alfabetizzazione informatica a favore di realtà che vivono situazioni di disagio.

Presenti alla cerimonia Alessandro Ladiana, Responsabile della Comunicazione Interna e delle attività di Responsabilità Sociale di Teleperformance Italia, e Don Emanuele Ferro, parroco del Duomo.

Durante l’incontro sono state gettate le basi per future forme di collaborazione con attenzione rivolta all’imminente inizio dell’anno scolastico e alla necessità di supportare le attività di oratorio.

“Ogni parrocchia ha il suo Oratorio e le sue attività ed è importante che ci si avvicini condividendone principi e strategie finalizzate alla crescita degli individui e del territorio, non solo per mere logiche di assistenzialismo concentrate in determinati periodi dell’anno. Teleperformance da sempre mostra questo approccio ed è questo che fa la differenza. Avremo modo, in futuro, di costruire percorsi di collaborazione reciproca che riguardino il teatro, le attività sportive e il recupero della struttura.”, commenta così Don Emanuele Ferro.

“ La Città Vecchia è il passato, presente e futuro di Taranto….ogni nostro dipendente ha ricordi, rimpianti e sogni legati a questa porzione del territorio… avremo modo nei prossimi mesi di scrivere insieme pagine importanti come quella di oggi”, ha aggiunto Alessandro Ladiana.

La donazione, che rientra tra le attività di Citizen of the World del Gruppo Teleperformance, rappresenta un ulteriore passo nella lotta allo spreco attraverso la riduzione di rifiuti tecnologici e nella diffusione capillare della realtà digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.