Il web in fermento per il canone di Whatsapp

Dopo i molti rumors sul web degli ultimi tempi sembra ufficiale che Whatsapp, l’applicazione più famosa di messaggistica istantanea sarà a pagamento.

Ma è davvero una novità? In realtà gli sviluppatori della app non lo avevano mai nascosto. I termini e le condizioni per l’utilizzo del servizio sono sempre state chiare: dopo un anno di utilizzo l’applicazione diventa a pagamento, sia per gli utenti Android (0,79 centesimi all’anno) che per quelli iOS (0,89 euro per il download) .

Parliamo dunque di cifre irrisorie che hanno però creato parecchi malumori tra i suoi utilizzatori.

Sul web impazza la polemica: in molti minacciano di abbandonare il servizio e di utilizzare altre piattaforme come Skype, Facebook messanger, Tango o Viber.

E voi cosa ne pensate? Siete disposti a rinunciare al servizio per non pagare o credete che Whatsapp valga la spesa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.