App e privacy, la metà degli utenti non si sente al sicuro

Gli utenti non si sentono sicuri nell’uso delle app. Più della metà delle persone teme che le applicazioni installate sui propri dispositivi siano in grado di rintracciarli, osservarli o acquisire informazioni personali. Eppure, pochissimi adottano misure per tutelare la propria privacy.

È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Kaspersky Lab.  L’azienda di sicurezza informatica ha rilevato un aumento del numero di persone che non si sentono a proprio agio nell’usare le app. Il 60,2% degli intervistati preferisce non condividere informazioni sulla propria posizione. Percentuale in crescita, visto che nel 2016 era pari al 50,6%.

Quasi la metà degli utenti (il 50,3%) si dice preoccupato che qualcuno possa osservare le attività compiute o i contenuti visualizzati sul proprio device. Un numero simile di intervistati (il 51,2%) teme che altri possano rintracciarli usando le informazioni di geolocalizzazione.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.