Ecco perché il consumo esperienziale mina le certezze del marketing

Un un precedente articolo partendo dall’osservazione dell’evoluzione dei mercati asiatici avevamo descritto come i consumatori di tutto il mondo evolvono in tempi diversi lungo una stessa curva di stili di consumo: prima consumo essenziale, poi show-off, poi razionale divergente per approdare nei paesi più sviluppati ad uno stile di consumo esperienziale. Tutti i consumatori evolvono verso questo punto di arrivo: non necessariamente possedere più cose, ma consumarle meglio, passando a stili di consumo più esperienziali. E ci arrivano solo dopo essere passati dai precedenti stili di consumo.

Proprio osservando lo sviluppo dei paesi asiatici è evidente come rispetto al passato questa velocità di percorrenza dei consumatori lungo il modello si stia accelerando sotto la spinta di tre fattori:

  1. Globalizzazione. Tendiamo a scordarci che fino a poco più di venti anni fa l’Unione doganale Europea non esisteva, e neanche i grandi trattati di commercio internazionale come il Nafta che di fatto hanno creato un mercato unico tra Stati Uniti, Canada e Messico. Al giorno d’oggi qualsiasi player in un paese remoto del mondo può venire e insidiarci nel nostro mercato.

Leggi l’articolo completo QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.